NiOh Recensione

Scritto da il 3 marzo 2017 13:23

NiOh

Quando si parla di Nioh ci si accosta moltissimo a quello che è lo stile di gioco inventato e consolidato dalla serie Dark Souls. William, però, mostra elementi di forza decisivi, soprattutto per quanto concerne la storia e tutto ciò che gira attorno a quei fantomatici dungeon dalla soluzione tutt'altro che ovvia. I combattimenti sono ben impostati, con due tipologie di attacco (uno pesante e uno veloce) che si susseguono rapidamente, tutto orchestrato magistralmente attorno all'utilizzo del Ki che altro non è che una specie di stamina. Parare e schivare è di vitale importanza, come lo è imparare i propri nemici e i loro movimenti, nonché attacchi. Puntando e marchiando un nemico, inoltre, è possibile vedere anche la saluta ad egli rimasta e la riserva di Ki ancora a sua disposizione, in maniera tale da usare con strategia attacchi, schivate e parate. Il livello di difficoltà è molto alto ed è garantito anche da boss particolarmente potenti che riescono a suggellare perfettamente la chiusura di una missione, rendendola gloriosa. La vita non è mai troppa e gli elisir, ossia gli oggetti che permettono di riottenere un quantitativo di vita, non si trovano facilmente nel corso della avventura, con la necessità quindi di razionalizzarli al massimo.

La funzione multigiocatore, garantita sia dalla modalità visitatore, sia dalla possibilità stessa di collaborare con un giocatore per eseguire una data missione già fatta in coop, risulta essere ben fatta e soprattutto avvincente. Una piccola preoccupazione è legata al fatto che, a volte, non è facile trovare visitatori pronti ad inserirsi all'interno della partita, con conseguenza limite all'azione. Il gioco è appena uscito ed i giocatori non scarseggiano, ma cosa accadrà tra qualche mese o, addirittura, tra qualche anno?. La perplessità è dovuta al fatto che forse, il team di sviluppo, avrebbe dovuto garantire comunque un accesso o un aiuto anche in mancanza di giocatori pronti ad aiutare. Così, allo stato attuale, rischiano di veder precepitare la modalità multigiocatore qualora venissero a mancare degli utenti.

Per il resto, a parte qualche forte problema tecnico che abbiamo registrato e riportato nel paragrafo precedente della recensione, Nioh appare un titolo solido che deve gran parte della sua forza sia alla difficoltà ed al combattimento, sia anche alla ambientazione particolarmente intrigante che ci porta costantemente in bilico tra la realtà e un mondo immaginario, labile e oscuro. Un mondo che si affaccia abbracciando totalmente il folklore nipponico, dando vita ad alcune creature non inventate ma comunque ben rese ed assolutamente avvincenti.

9.0
Positive:
  • Ampia caratterizzazione del personaggio
  • Combattimenti difficili e impegnativi
  • Storia di spessore e grande ambientazione
  • Tante missioni e ore di gioco
  • Utilissima modalità visitatore...
Negative:
  • ...Ma il multigiocatore presenta qualche perplessità
  • Tecnicamente abbastanza arretrato

Accedi o Registrati per inviare un commento