LEGO Marvel Super Heroes 2

Recensione

I mattoncini Marvel colpiscono ancora

Gli eroi della Marvel sono tantissimi, tutti molto differenti tra loro e di fascino unico. In effetti un gioco sull'universo Marvel (fatto bene) manca davvero, e Lego cerca adesso con questo secondo capitolo della serie di riproporre qualcosa di nuovo, che possa toccare un po' tutto ciò che riguarda il mondo della Marvel. Come per ogni videogioco Lego, che da anni ormai cerca di basare il proprio successo anche e soprattutto trattando ambientazioni forti e di grande presa, la storia si può percepire forte e matura, nonostante le moltissime cose che si possono fare all'interno di mappe incredibilmente grandi e varie. I ragazzi di TT Games e Traveller's Tales hanno cercato in questo nuovo capitolo di prendere ciò che di buono c'era in quello passato e aggiungervi quindi l'elemento che più era mancato. Stiamo parlando ancora una volta della storia, che nel capitolo precedente appariva piuttosto flebile e di poco conto, sicuramente non all'altezza del marchio Marvel. Vedremo nel corso della recensione come questa volontà si sia trasformata in un lavoro sicuramente apprezzabile, seppur non ancora perfetto, e di come questo nuovo titolo si è mostrato sin dalle prime battute. Encomiabile certamente è l'interfaccia di gioco, non tanto per la sua chiarezza, ma per la scelta di uniformarla al resto dell'ambientazione proponendo uno stile molto comics.

Una trama più solida e molte sfide da completare

Come spesso siamo abituati la storia inizia subito forte, immettendoci in una situazione potenzialmente pericolosa, permettendoci di impersonare Star-Lord, Drax e Gamora. Stiamo ovviamente parlando dei Guardiani della Galassia, una serie Marvel molto interessante che è salita alla ribalta sia per la storia, sia per i personaggi incredibilmente carismatici e divertenti, come Rocket e Groot. Nei loro panni ci troveremo nella condizione di dover sia salvare noi stessi, sia una cittadina lego che sta venendo distrutta dalle forze del male. Nonostante il sistema di tutorial sia molto presente nella fase iniziale, e cerchi di guidarci a lungo spiegandoci alcuni meccanismi utili sia ai neofiti, sia agli esperti, ci renderemo subito conto della vastità del gameplay. Le cose da fare all'interno sono tantissime e suddivisibili essenzialmente in due parti, ossia quelle che permettono di andare avanti nella storia e quella che invece sono utili a completare al 100% il gioco. A differenza delle prime, le sfide che ci permettono di completare totalmente il gioco non possono essere affrontate subito, ma spesso occorre dover riaffrontare il livello in modalità "Gioco Libero". Perché questo? Perché per poter essere svolte spesso si necessita di particolari poteri che solo alcuni personaggi possono sfoderare, e che devono quindi essere sbloccati da una rosa non soltanto ampia, ma da paura. Le sfide che possono essere completate solo con la presenza di un personaggio sono identificate dall'icona di una carta che raffigura proprio l'eroe in questione, in maniera tale che non si rischi di perderci troppo tempo dietro prima di proseguire magari oltre. La trama che sottostà all'ambientazione è ricca di spunti ma soprattutto di citazioni, basti pensare che l'elemento principale è il Tempo, uno degli argomenti preferiti e meglio trattati dall'universo Marvel.

Molte location interessanti

I livelli esplorabili all'interno del gioco sono davvero molti ed estremamente vari tra loro, proponendo così una esplorazione che non stanca e che spinge piuttosto a proseguire avanti, a suon di sfide e missioni. Ogni angolo di mappa è pieno di oggetti, tutti realizzati in mattoncini lego, che possono essere rotti in milioni di pezzi affinché vadano a liberare delle piccole monetine di diverso colore. Ogni monetina, contraddistinta da un colore, permette di aggiungere un tot di punti al punteggio visualizzabile in alto. I mattoncini argentei valgono meno di quelli oro,quelli oro meni di quelli bluastri, e così via. Non sono tuttavia questi un elemento di novità, dal momento che la distruzione degli oggetti e la conseguente raccolta delle monete sono un aspetto già presente e ormai abituale nei vari giochi Lego. La raccolta delle monete, e l'incremento conseguente del punteggio, permette inoltre di riempire per ogni livello una specie di vite visualizzabile in alto. Riempire totalmente la vite permette al videogiocatore di ottenere dei bonus davvero molto utili, fondamentali se si ha l'aspirazione di completare il gioco al 100%, senza limitarsi invece alla sola storia.

I livelli che compongono il gioco sono davvero molti, più o meno una ventina, rigiocabili più volte per ottenere i collezionabili e portare a compimento le quest secondarie. In tutto, per completare la missione principale, abbiamo impiegato un totale di tredici ore e poco più, senza tuttavia addentrarci troppo all'interno delle tantissime sfide seminate all'interno di ogni livello. Ne abbiamo provata qualcuna, giusto per poter capire come funzionassero. In generale per portarle a termine si deve avere il personaggio corretto e talvolta, oltre a ciò, ci viene chiesto di compiere qualche piccola azione come la ricostruzione di alcune parti distrutte così da sbloccare elementi necessari a proseguire, come pulsanti, passaggi e altro ancora. Riagganciandoci a quanto appena detto, bisogna far notare che nonostante il gioco sia per lo più studiato per ragazzi e bambini, la difficoltà di alcune parti del gioco non è indifferente. Non è tanto il problema dei combattimenti o dei boss-fight, nonostante anche essi nascondano delle insidie non da poco, quanto delle cose da fare per poter proseguire nell'avventura. TT Games ha introdotto un sistema di aiuto accessibile con L3, il quale esplicitamente può dire cosa fare per poter andare avanti, ma che non sempre si attiva e che è presente unicamente all'interno di alcuni spezzoni preimpostati. Per questo motivo non è sempre facile intuire cosa si debba fare e soprattutto con che personaggio.

Terminato il primo livello, che ci vede come detto impegnati a combattere nei panni dei Guardiani della Galassia, ci ritroveremo dopo una sequenza animata all'interno di un edificio piuttosto lussuoso, simile ad un castello, ossia la nuova residenza degli Avengers. Dove siamo viene subito messo in chiaro, così come appare evidente il cambio dei personaggi protagonisti. A proposito dei personaggi, rimane da segnalare la grande mole di eroi Marvel presenti all'interno del gioco, tutti sbloccabili man mano che si prosegue lungo la storia. A dirla tutta quando abbiamo visto il numero di carte con il punto interrogativo stampato dietro, ci siamo pressi un bello spavento! All'interno della magione degli Avengers sarà possibile prendere ulteriore dimestichezza con i comandi, permettendoci di capire come funzionano alcune determinate quest; inoltre, sempre lì, sarà possibile acquistare a prezzo estremamente alto dei mattoncini che permettono di sbloccare elementi avanzati di gioco.

Qualche piccolo, fastidioso, problema

Questo nuovo capitolo della serie Marvel Super Heroes 2 possiamo dire abbia superato di gran lunga il problema del predecessore a livello di trama, senza tuttavia trovare rimedio ad alcune altre problematiche che tornano a ruggire. In primo luogo il problema principale è quello legato alla telecamera, che si mostra spesso e volentieri imperfetta, bloccandosi su un aspetto senza permetterci di muoverci in spazi più ristretti. Capita, in altre parole, di dover raccogliere delle monete poste ai bordi della telecamera, e che questi bordi siano leggermente ostruiti da qualche oggetto che non è possibile rompere, in questo caso muoversi per raccoglierle non sarà molto semplice, dovendo procedere per tentoni. La telecamera tende infatti a nascondere gli elementi posti più ai margini.

Un altro problema è legato ad un framerate piuttosto ballerino, specialmente nelle sequenze animate e non di gioco. Nella scena iniziale ad esempio, su PlayStation 4 standard, il framerate scendeva e saliva in maniera incostante, dando la sensazione abbastanza brutta di un filmato scattoso.

Commento Redattore

Se il primo capitolo della serie mostrava gravi incertezze a livello di trama, difficili da soprassedere specialmente in un Universo come quello Marvel in cui la narrazione conta e anche parecchio, lo stesso non si può dire per questo nuovo titolo a cui TT Games e Traveller's Tales hanno dato origine. Sin dalle battute iniziali, dove i Guardiani della Galassia la fanno da padrone, sarà possibile vedere come la storia ha un peso molto più consistente, permettendo non solo di gustare il gameplay simile ad ogni altro gioco Lego, ma anche una narrazione molto più sostanziosa. Gli eroi controllabili, realizzati nello stile dei mattoncini lego, sono tutti molto ben caratterizzati e realizzati. Ma, soprattutto, sono incredibilmente numerosi. Ogni eroe ha a propria disposizione una abilità che sarà fondamentale nel proseguimento della storia o nella risoluzione delle sfide presenti all'interno dei vari livelli di gioco. Completare la storia principale del gioco ci ha richiesto all'incirca tredici ore, ma per completarlo al 100% portandone a termine ogni sfida ne richiederà molte di più.

7.5
Positive:

La storia principale torna ad essere consistente

Splendida resa degli eroi Marvel

Mappe molto ampie e ricche di sfide

Piuttosto longevo

Negative:

Telecamera spesso fastidiosa

Framerate ballerino


20 novembre 2017 12:27 - Alessio Giuffrida

Commento Redattore

Se il primo capitolo della serie mostrava gravi incertezze a livello di trama, difficili da soprassedere specialmente in un Universo come quello Marvel in cui la narrazione conta e anche parecchio, lo stesso non si può dire per questo nuovo titolo a cui TT Games e Traveller's Tales hanno dato origine. Sin dalle battute iniziali, dove i Guardiani della Galassia la fanno da padrone, sarà possibile vedere come la storia ha un peso molto più consistente, permettendo non solo di gustare il gameplay simile ad ogni altro gioco Lego, ma anche una narrazione molto più sostanziosa. Gli eroi controllabili, realizzati nello stile dei mattoncini lego, sono tutti molto ben caratterizzati e realizzati. Ma, soprattutto, sono incredibilmente numerosi. Ogni eroe ha a propria disposizione una abilità che sarà fondamentale nel proseguimento della storia o nella risoluzione delle sfide presenti all'interno dei vari livelli di gioco. Completare la storia principale del gioco ci ha richiesto all'incirca tredici ore, ma per completarlo al 100% portandone a termine ogni sfida ne richiederà molte di più.

Positive:

La storia principale torna ad essere consistente

Splendida resa degli eroi Marvel

Mappe molto ampie e ricche di sfide

Piuttosto longevo

Negative:

Telecamera spesso fastidiosa

Framerate ballerino

7.5

20 novembre 2017 12:27
Alessio Giuffrida

Accedi o Registrati per inviare un commento