Recensione di OZMAFIA!! -

OZMAFIA!! - Una visual novel dai molti finali


19 gennaio 2017 - 23:19 - Scritta da: Alessandro Caluri

OZMAFIA!! è un nuovo romanzo grafico, sviluppato da Poni-Pachet SY e rilasciato da MangaGamer. Rispetto a Tokyo Babel il gioco ci catapulta in una situazione diametralmente opposta, e che tocca tematiche differenti sia per tipologia, sia per profondità. Definire di minor peso Ozmafia potrebbe essere una associazione quasi immediata, in quanto non prende in considerazioni aspetti più mistici ed oscuri di cui si è fatto carico, invece, l'altro gioco qui citato. Non riconoscere ad Ozmafia la sua profondità significherebbe non aver colto a fondo le sue scene, e al sua trama. La possibilità inserita di poter fare delle scelte, che pesano sulle scene che ci troveremo di fronte e sul finale che riusciremo a far raggiungere a Fuka (eroina protagonista del titolo), risultano come una novità di certo gradita. La possibilità di inserirci con un certo grado all'interno della visual novel non mina però la sua linearità e coerenza, che viene mantenuta sin dalle prime battute per arrivare alle ultime. Una aggiunta che, in sintesi, ha aggiunto molto e tolto veramente nulla.

Pillole di storia e sul gioco

E' veramente difficile riuscire a parlare di una visual novel evitando qualsiasi spoiler, per cui ci limiteremo a ritagliare le parti fondamentali e meno incisive per la trama, così da dare una infarinatura ampia e generale che non rischi di danneggiare l'esperienza videoludica di chi lo acquisterà. Innanzitutto il gioco, un po'OZMAFIA!! - OZMAFIA!! - Una visual novel dai molti finali come Tokyo Babel (titolo da noi recensito), inizia con una amnesia che colpisce la nostra eroina. Al suo risveglio Fuka si ritroverà con tre uomini che compongono la famiglia OZ: Caramia, il boss coraggioso, Axel, il taciturno e Kyrie, il consigliere gentiluomo. Questi saranno solo tre dei vari altri personaggi fairytales che sarà possibile incontrare lungo tutto il gioco e che risiedono nella cittadina. Ogni personaggio all'interno del gioco (che sarà possibile scegliere) ha due finali a testa e, terminato uno di essi, si ha accesso ad una scena extra. Le scene sono brevi, certo, ma aiutano meglio a personalizzare quel determinato personaggio ed a dare un incentivo in più al giocatore di rigiocare il titolo più e più volte. Per quanto riguarda il personaggio di Fuka, durante il gioco ci sarà data la possibilità di modificare il nome (giustificato dalla amnesia che, come scritto prima, la ha colpita) che, tuttavia, se si vorrà sentire anche da un punto di vista audio e non solo visivo ci converrà lasciare inalterato. Un altro aspetto magari di poco conto, ma che intendiamo segnalare sempre su Fuka, è il fatto che la scheda del gioco riporta questo personaggio come interamente doppiato, quando invece risulta esserlo unicamente nell'epilogo e nel finale.

Caratterizzazione dei personaggi

I personaggi, per un tipo di gioco come quello proposto da OZMAFIA!! sono fondamentali, ed ancora più importante è renderli sia coerenti, sia capaci da esercitare una certa dose di carisma sul videogiocatore. Non una cosa semplice effettivamente, ma che i personaggi del titolo riescono sicuramente a fare, partendo proprio dalla nostra eroina,OZMAFIA!! - OZMAFIA!! - Una visual novel dai molti finali che per comodità continueremo ancora a chiamare Fuka. Come scritto il gioco ha palesato numerose novità (prima tra tutte quella di poter fare scelte incisive sulla storia) e tra queste ve ne è una anche per quanto concerne proprio i personaggi. La storia è narrata sì seguendo il punto di vista della eroina, ma prenderà anche in considerazione scene dove lei non è presente e gli altri personaggi discutono di lei. Il recuperare la memoria di Fuka non è il filo conduttore del gioco, ma è soltanto uno dei tanti spunti che il gioco propone al videogiocatore per calamitarlo all'interno della trama. Una trama ampia, lineare al punto giusto (e con eccezioni), che può darci addirittura più di venti possibili finali, con ciascuno di essi che risponde - eventualmente - solo a piccole domande sul passato della nostra eroina. Dovrà essere finito più e più volte per poter avere, finalmente, un quadro più completo.

Commento Redattore

Ci troviamo di fronte sicuramente ad una visual novel davvero interessante, non solo per la trama che riesce a sviluppare, ma anche per le scelte che il team di sviluppo ha fatto e previsto per i videogiocatori. Finalmente ci è data la possibilità non solo di assistere alla storia in maniera passiva, ma di poter anche mettere il nostro zampino all'interno. Un tocco originale, a mio avviso anche riuscito, che riesce a farci sentire maggiormente parte di quella stessa storia. I personaggi sono tutti ben marcati e realizzati, alcuni di essi più profondi di altri, e comunque tutti da scoprire lungo la trama del gioco. Nessun personaggio è fuori contesto e ciò contribuisce a dare alla visual novel un aspetto sia ordinato, sia estremamente intrigante. Per quanto concerne il comparto sonoro, esso è ben realizzato e ci accompagna tranquillamente lungo tutto l'arco narrativo senza mai apparire opprimente o di troppo. Le voci dei personaggi corrispongono ad importanti voci del mondo giapponese, e per questo motivo veramente apprezzate. Sulla grafica il giudizio è più soggettivo, perché ci troviamo sì davanti ad una grafica bella, interessante e ben tratteggiata, ma a mio avviso inferiore rispetto a quella mostrata da Tokyo Babel. Probabilmente una scelta dettata anche dalla tipologia di genere narrativo che la visual novel s'appresta a trattare.

  • Estremamente longevo e rigiocabile

  • Storia coinvolgente

  • Possibilità di incidere con le scelte

  • Molti finali con scene aggiuntive


  • Testi a volte ripetuti

  • Alcune voci mancanti

8.7

Segnala errore