Spyro: Reignited Trilogy Recensione

Scritto da il 20 novembre 2018 17:33

Spyro: Reignited Trilogy

Iniziamo con il dire che Spyro: Reignited Trilogy è l'ennesima operazione malinconia. Non è una critica, anche se potrebbe sembrarlo, questo perché personalmente apprezzo moltissimo il riprendere giochi che hanno segnato un'era e riportarli avanti nel tempo, in una versione migliorata e giocabile, affinché anche le generazioni più nuove possano metterci mano e conoscerle personalmente. Si comprende, e questo è innegabile, che Spyro è un titolo di altri tempi, in cui le cose da fare sono realmente poche e quasi sistematiche, al punto da poter arrivare quasi subito a dare un senso di ripetizione fastidiosa. Non a tutti, questo è chiaro, visto che Spyro ha una trama sempliciotta ma comunque in grado di coinvolgere. Tutto ruota però attorno al completamento al 100% del titolo, quindi alla ricerca di ogni singola gemma nascosta sul territorio, così come delle uova di drago in possesso di quegli strambi tipi blu con il turbante che corrono rapidissimi prendendoci in giro con un sonoro "nananananaaaa!". La remastered, tornando però al suo lato più tecnico, è indubbiamente ben fatta dal punto di vista artistico. Il draghetto di Insomniac non è mai stato così bello e rifinito, così come quei mondi estremamente colorati che finalmente trovano nuova linfa vitale. Peccato soltanto che l'HDR non sia stato implementato all'interno del gioco, visto che gli stessi colori, ed i giochi di luce, ne avrebbero beneficiato senza alcun dubbio. Il "purtroppo" più grande è però relativo ai cali di frame-rate che in alcune parti di gioco sono davvero fastidiosissimi. Cali in realtà ingiustificati, ed ingiustificabili, visto che si tratta della remastered di un titolo vecchiotto, che non ha al suo interno neanche chissà quali elementi di gameplay. Spyro: Reignited Trilogy è quindi un titolo must-have, che porta sui nuovi dispositivi un gioco che ha fatto indubbiamente la storia, e che insieme ad altri è riuscito nel tempo a rimanere ancorato nei più bei ricordi della nostra infanzia. Ma attenzione, ciò non significa che il gioco sia perfetto: bisogna tenere a mente che è un gioco datato, portando così con sé sia i suoi pregi, sia i suoi difetti. Se siete in grado di soprassedere sui difetti, come ci auguriamo dato che si sta parlando di Spyro, procedete a tuffarvi (o nuovamente tuffarvi a seconda dei casi) nel magico mondo draconico.

7.5
Positive:
  • La remastered di un gioco-icona
  • Dettagli meravigliosi e colori intriganti
  • Tre titoli in uno
Negative:
  • Fin troppi inspiegabili cali di frame-rate
  • Telecamera disastrosa in alcuni frangenti

Accedi o Registrati per inviare un commento