Imperator: Rome Recensione

Scritto da il 9 maggio 2019 12:34

Imperator: Rome

Imperator: Rome rappresenta senza ombra di dubbio un titolo capace di davvero grandissime cose. Come detto in precedenza, un diamante grezzo che necessita però di davvero molta lavorazione prima di poter sfoggiare tutta la sua brillantezza. Le cose da fare sono molte, perlopiù però ancora abbastanza abbozzate, in attesa evidente di qualcosa che vada ad aumentarle di consistenza. Di cosa stiamo parlando? Conoscendo Paradox ovviamente dei DLC. Al momento il titolo, in assenza di DLC, risulta essere incompleto su molti aspetti, ma comunque perfettamente giocabile. Il prezzo di lancio, di 39.90€, giustifica in parte queste grandi assenze, tenendo conto che però, alle uscite dei vari DLC, si dovrà mettere mano al portafoglio per renderlo più completo e divertente. Al netto dell'assenza dei DLC il titolo però risponde davvero alla grande, dimostrando di essere uno dei migliori strategici di casa Paradox. Divertente, profondo e molto longevo, capace di monopolizzare per lunghissime ore i propri giocatori. Consigliato a tutti coloro che hanno amato Europa Universalis IV, ma anche a coloro che amano gli strategici a tutto tondo. Ma, nel caso di quest'ultimi, attenzione: i titoli Paradox sono molto hardcore. Armatevi di pazienza e, dopo molte partite, riuscirete sicuramente a gestire al meglio la vostra civiltà. Non mi resta che augurarvi buone conquiste.

8.6
Positive:
  • Graficamente rinnovato
  • La gestione della guerra e degli eserciti è formidabile
  • Ottimo sistema delle tratte commerciali
  • Il nuovo sistema di claim rende le guerre all'ordine del giorno
  • Ogni partita è storia a sé e risulta incredibilmente variabile
Negative:
  • Qualche crash immotivato, specie all'avvio del gioco
  • Al livello attuale è abbastanza vuoto
  • Peccato non aver osato di più sul lato dinastico

Accedi o Registrati per inviare un commento