Borderlands 3 Recensione

Scritto da il 1 ottobre 2019 12:51

Borderlands 3

Con Borderlands 3 ci troviamo davanti un titolo che fa dei suoi progenitori il suo punto di maggiore forza. Gli elementi tipici della saga non solo sono stati mantenuti, ma addirittura rafforzati. Le novità messe sul piatto da Gearbox sono poche, è vero, ma la qualità degli scontri vale decisamente la candela. Ogni arma sembra avere una storia a sé, tanto da rendere i combattimenti sempre diversi, nonostante una IA che punta più sul numero che sulla qualità. Il divertimento della fase shooting riesce addirittura, in qualche modo, a diminuire la frustrazione per una fase esplorativa sottotono, complici varie problematiche come muri invisibili e mappe abbastanza vuote. Una delle migliorie più notevoli è senza dubbio quella riguardante la personalizzazione dei personaggi, con annesso potenziamento a base di abilità da poter acquisire. Le abilità non sono puramente "meccaniche", in quanto riescono a stravolgere completamente un personaggio, fino a renderlo molto diverso da quello base studiato da Gearbox. Con un comparto multigiocatore cooperativo pari a pochi altri giochi, Borderlands 3 riesce a ritagliarsi uno spazio importante. Incredibilmente divertente da giocare in compagnia, risulta essere anche profondo e solido nelle meccaniche.

8.3
Positive:
  • Fase di shooting senza sbavature
  • Un numero incredibile di armi e gadget
  • Albero di abilità personalizzabile pesantemente
  • Sequenze spesso rapide e adrenaliniche
  • Uno dei primi in quanto a qualità del comparto multigiocatore
Negative:
  • Fase esplorativa poco ispirata
  • Qualche caratterizzazione in più dei nemici non avrebbe guastato
  • Piccoli, ma fastidiosi, problemi tecnici